*scroll down for english version

La ricerca di Gianluca Brando parte dall’osservazione di oggetti marginali  nello spazio in cui sono trattenuti, che l’artista indaga attraverso la scultura, la fotografia, il disegno e l’installazione. 
La sua pratica si articola a partire da quei processi emozionali fatti di presa di contatto (il prelievo dal reale, l’utilizzo ricorrente del calco e del riflesso ne sono esempi ricorrenti)  tramite i quali tracce e frammenti di realtà vengono ridiscussi per formulare nuovi immaginari, interrogando il dato reale di partenza fino ad alterarne le stesse nozioni di spazio e tempo. 


Gianluca Brando

(Maratea, 1990) vive e lavora a Milano.

Dopo gli studi nelle Accademie di Belle Arti di Roma e Venezia, ha coltivato le sue ricerche attraverso alcune esperienze di viaggio e di residenza artistica in Taiwan e in Cina, tra 2014 e 2017, e successivamente  in Italia, tra 2018 e 2019.
Negli ultimi anni il suo lavoro è stato presentato da spazi indipendenti e istituzioni, tra i quali:
Riss(e), Varese (2022); Spazio Taverna, Roma (2022-2021); Fondazione Francesco Fabbri, Pieve di Soligo (2021), Fondazione Pini, Milano (2020); Fondazione SoutHeritage, Matera (2020); Vafarini, Milano (2019); Cripta 747, Torino (2018); Officine Saffi, Milano (2018).
Finalista in numerosi premi, tra i quali: Premio Conai (2022), Talent Prize (2021), Premio Fabbri (2020).



Gianluca Brando

(Maratea – IT, 1990) lives and works in Milan, Italy.

After studying at the Academy of Fine Arts in Rome and Venice, he cultivated his research in the field of sculpture first with a stay in Taiwan and China, from 2014 to 2017, and then, from 2018 to 2019, through the experiences of some artistic residency programs in Italy.
In recent years, her work has been presented by independent spaces and institutions, including: Riss(e), Varese (2022); Spazio Taverna, Rome (2022-2021); Fondazione Francesco Fabbri, Pieve di Soligo (2021), Fondazione Pini, Milan (2020); Fondazione SoutHeritage, Matera (2020); Vafarini, Milan (2019); Cripta 747, Turin (2018); Officine Saffi, Milan (2018). Finalist in numerous awards, including: Premio Conai (2022), Talent Prize (2021), Premio Fabbri (2020).